TIRRENIA, TUTTO FALSO, NON CI PUO' ESSERE NESSUNA PROROGA

I SINDACATI PARLANO DI PROROGA MA IL MINISTRO NON HA FATTO NESSUN COMUNICATO IN TAL SENSO PERCHE' SAREBBE UN REATO PENALE

E I LAVORATORI SI POSSONO SALVARE SOLO SE SI INTRODUCE UN CONTRIBUTO ECONOMICO DI RIEQUILIBRIO DA ASSEGNARE A PASSEGGERI E MERCI

CON UNA GARA NON PUO' ESSERCI NESSUNA CLAUSOLA SOCIALE: E' SCRITTO IN TUTTI I DOCUMENTI INTERNI CHE VENGONO TENGONO NASCOSTI

ALLE 22.00 PUBBLICHERO' TUTTI I DOCUMENTI CHE FANNO CHIAREZZA SU CLAUSOLA SOCIALE E SUL VERDETTO EUROPEO CONTRARIO ALLA GARA D'APPALTO

In queste settimane ho assistito a tutta una serie di tentativi maldestri di continuare a foraggiare Onorato utilizzando i lavoratori come scudo umano!

Oggi l'incontro tra alcuni sindacati e il Ministro dei trasporti ha rinfocolato tentativi fuoriluogo di riproporre una proroga illegittima e illegale sotto ogni punto di vista.

Chiunque la proponga fa gli interessi di Onorato e dei suoi affari.

Dunque un reato penale. E' falso che i lavoratori si tutelano con una proroga o peggio con una nuova gara da monopolio.

E chi parla di tempi non compatibili per l'assegnazione della nuova gara non conosce gli atti e i documenti interni tra Unione Europea e Stato Italiano.

Lo stesso dicasi per il ruolo della Regione. La Corte Costituzionale ha stabilito il ruolo diretto nella definizione della continuità territoriale marittima e se la Regione continua a dormire senza proporre una sola delibera di indirizzo vincolante significa che vuole ancora proteggere Onorato e company!

Spiegherò tutto nel dettaglio alle 22.00: basta inganni sulla continuità marittima, la verità è scritta nei documenti interni tra Europa e Ministero!