TIRRENIA, ECCO COSA DEVE PREVEDERE IL NUOVO APPALTO PER IL PERSONALE

Nell'atto di regolazione dell'Autorità dei Trasporti relativamente al nuovo appalto è indicato in maniera puntuale anche il capitolo del trasferimento del personale rispetto a quello della compagnia uscente.

Lo riproduco integralmente:

Atto di regolazione recante misure regolatorie per la definizione dei bandi delle gare per l’assegnazione dei servizi di trasporto marittimo di passeggeri da, tra e verso le isole, e delle convenzioni da inserire nei capitolati delle medesime gare ai sensi dell’articolo 37, comma 2, lettera f), del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 e successive modificazioni e integrazioni.

Misura 14 ̶ Trasferimento del personale

  1. La stazione appaltante prevede nella documentazione di gara apposita disciplina in merito alla clausola sociale tenendo conto dell’assimilabilità dei servizi oggetto di affidamento rispetto a quelli afferenti al Contratto di servizio vigente. Nel caso in cui il volume dei servizi oggetto di affidamento sia inferiore rispetto a quello oggetto del Contratto di servizio vigente, tale disciplina è definita tenendo conto dell’effettivo fabbisogno di personale che il nuovo servizio richiede.

  2. Ai fini della predisposizione della clausola sociale da parte della stazione appaltante, il Gestore Uscente trasmette a quest’ultimo l’elenco del proprio personale, indicando le informazioni di cui al Prospetto 2b dell’Annesso 1 (cfr. “Trasferimento del personale”). Il predetto elenco è redatto dal Gestore uscente assicurando la pertinenza del personale individuato negli schemi di contabilità regolatoria di cui all’Annesso 1, Prospetto 6 (cfr. Schema 3 - “Elenco personale”), redatti secondo i criteri della Misura 4.

  3. Nella clausola sociale è previsto il riassorbimento del personale da parte della compagnia di navigazione affidataria sulla base del fabbisogno organizzativo richiesto dall’esecuzione del nuovo contratto.

  4. Sono fatte salve eventuali negoziazioni tra le parti, compatibili con il quadro normativo di riferimento, relative a opportuni processi di armonizzazione in caso di trattamenti differenziati per specifiche qualifiche/mansioni, ipotesi di quiescenza o uscite volontarie dal servizio, sottoscrizione di specifici accordi in deroga tra la compagnia di navigazione affidataria e le organizzazioni sindacali di categoria.

  5. Ogni operatore economico partecipante alla gara accetta espressamente in sede di offerta la clausola sociale definita dalla stazione appaltante nella relativa documentazione; la mancata accettazione di tale condizione è causa di esclusione dell’offerta dalla procedura di gara; la mera accettazione di obblighi di riassorbimento del personale non può divenire criterio di valutazione dell’offerta tecnica.

  6. La disciplina della clausola sociale è riportata nel contratto di servizio sottoscritto con la compagnia affidataria, che specifica altresì i diritti e gli obblighi relativi al personale trasferito dal Gestore Uscente; a tale fine, la documentazione di gara e il Contratto di Servizio devono:

a) specificare che l’inadempimento degli obblighi previsti nella clausola sociale in corso di esecuzione del contratto rileva come causa di risoluzione del rapporto;

b) prevedere apposite e congrue penali e clausole risolutive.

Per tutto il resto leggi:
http://www.unidos.io/stop-navi-vecchie-e-ruberie-di-stato-ecco-le-nuove-regole-per-la-continuita-marittima/