SARDEGNA A VALANGA, ORA SARDI UNIDOS

Una valanga. Senza margini di valutazione. 73% contro 27%. E' il più alto dato dei No in Italia. Il più vibrante e sonoro tonfo di Renzi e dei suoi servi!

Vincono senza se e senza ma i NO contro il più grave attacco mai sferrato alla Sardegna da un governo nazionale.

Vinciamo noi che ci siamo battuti come nessuno. Battendo piazza per piazza la Sardegna, schierando trattori e chiamando a raccolta i Sardi liberi.

Abbiamo vinto contro la censura, contro le corazzate di ministri imbroglioni e truffaldini, contro i tromboni di Stato.

Abbiamo vinto contro i servi della Regione e gli accoliti che hanno tradito la Sardegna pur di servire il loro padrone.

Abbiamo vinto spiegando ciò che c'era dietro quella vergognosa riforma, abbiamo smascherato l'inganno delle scorie nucleari e delle imposizioni di Stato.

UNIDOS è stata l'unica forza identitaria a schierarsi in modo netto e chiaro, senza sotterfugi, senza silenzi, senza compromessi. L'unica forza libera che ha scelto di battersi senza alcuna riserva per difendere la Sardegna e i Sardi.

Altri hanno scelto l'equilibrismo dell'astensione, il dire e non dire, il silenzio funzionale a non disturbare i posti di potere che occupano nel nome di una fasulla identità sarda.

Ci siamo battuti a viso aperto, con donne e uomini liberi che ci hanno messo la faccia. Balentes, non codardi!

Da Giovanni Cualbu, l'allevatore di Decimoputzu a cui volevano espropriare i terreni per gli affari degli amici di Renzi, sino agli amministratori del nuorese schierati contro il progetto delle scorie nucleari ad Ottana.

Abbiamo spiegato perchè questa riforma affondata sarebbe stata un cavallo di Troia per la nostra specialità, abbiamo sconfessato giorno per giorno le balle di Renzi e compagni.

Ora che questo pericolo è stato sventato dobbiamo avere la forza e il coraggio di andare oltre.

Non è un caso che Domenica prossima, 11 dicembre, alle ore 16.00 alla fiera della Sardegna a Cagliari, abbiamo indetto l'assemblea del Popolo Sardo.

Una grande mobilitazione del Popolo Sardo con un titolo esplicito: SARDI UNIDOS. Un'occasione straordinaria per una grande sfida di libertà e unità del Popolo Sardo.

Sarà l'occasione per trasformare la forza del No in azione propulsiva e positiva per il futuro della Sardegna.

E' ora di rigettare le invasioni di ogni profeta che venga da fuori ad imbrogliare e dividere i Sardi.

E' ora di Sardi Unidos.

Grazie a tutti voi per quanto avete fatto sinora, grazie per quello che farete d'ora innanzi.

Vi aspettiamo!