PILI: ALGHERO, ECCO CHI FACEVA LE ASSUNZIONI CLIENTELARI IN AEROPORTO

PER NASCONDERE IL DISASTRO DUE VOLI ALLA SETTIMANA DI EASY JET PER LONDRA

“Intercettazioni telefoniche chiare ed inequivocabili. Assunzioni clientelari imposte da certa politica e decise dall’attuale management dell’aeroporto di Alghero. Il tentativo maldestro di scaricare le responsabilità dei licenziamenti sulla gestione passata si schianta sui contenuti di decine di intercettazioni telefoniche messe in atto dalla Procura di Sassari che aveva rilevato il rapporto evidente tra politica e gestione aeroportuale per le assunzioni in aeroporto. Non so quanto legali ma certo degne della peggior gestione di una struttura pubblica. Le accuse mosse al rapporto passato con Ryanair e alle gestioni precedenti mosse da chi ha svenduto l’aeroporto, restandone inspiegabilmente a capo, sono ridicole e come si vede hanno un effetto boomerang. Dalle intercettazioni che ho appena pubblicato è esplicito il rapporto tra consiglieri regionali e direttore generale. Richieste di assunzione e conferme via sms, con tanto di “miracolato” affianco al beneficiario. Basterebbe questo per suggerire immediate dimissioni di un management inadeguato e incompatibile con questa gestione. E’ incredibile che si tenti di scaricare sul passo responsabilità che sono chiare ed evidenti”. Lo ha detto il deputato di Unidos Mauro Pili che ha appena divulgato sul suo profilo Facebook alcune intercettazioni eloquenti del rapporto tra il management dell’aeroporto e certa politica.
“Hanno distrutto un progetto economico fiorente e ora si ergono a moralizzatori non avendo né titoli né prove. Tutti sanno che i lavoratori licenziati non avranno più le stesse condizioni di lavoro, qual ora la privatizzazione selvaggia della security dovesse andare in porto. I lavoratori perderanno livelli contrattuali ed economici. Questi signori non solo tentano di nascondere i fatti ma si preparano ad effetti pseudo speciali per continuare a mistificare la realtà. Hanno appena licenziato 45 lavoratori e si preparano a stappare champagne per due modesti voli settimanali di easy jet verso Londra. I killer della Sogeaal, coloro che licenziano i lavoratori alle spalle, dopo aver dispensato assunzioni clientelari di qua e di là, si preparano a convocare una mega conferenza stampa per gettare un pò di fumo negli occhi. Nei prossimi giorni – preannuncia il deputato di Unidos - annunceranno, o meglio avrebbero voluto annunciare in anteprima, due voli settimanali verso Londra, che partiranno presumibilmente da Luglio. Insomma, per il periodo della polpa, e poi, forse, se le condizioni saranno tali da assicurarne la sostenibilità, anche d'inverno. Dal milione di passeggeri di Ryanair a qualche volo gentilmente concesso dal rapporto tra F2i e Easy Jet a Torino. Anticipo qui ed ora questa notizia solo per far capire a questi signori che non si festeggia niente dinanzi al disastro letale generato da questo pseudo management. Due voli sono meglio di niente, ma non possono essere venduti come sostituzione di un sistema ampio e radicato che si era generato negli anni ad Alghero con Ryanair”. “Nella vergognosa lettera di licenziamento collettivo accusa la gestione Ryanair. C'è una sola considerazione: sono come la volpe che rinuncia all'uva con la giustificazione che non è matura. In realtà si sono mostrati piccoli, sul piano strategico, sostanziale e umano. Quando un dirigente scarica le proprie negligenze sui lavoratori non si giudica solo sul piano gestionale ma anche e soprattutto su quello umano. Pensano di salvarsi la faccia con l'annuncio di due voli settimanali per Londra. Ryanair non era sufficiente? quanti anni hanno avuto questi signori per implementare con altre compagnie? La risposta – ha concluso Pili - sono due modesti voli per Londra targati easy jet. Fumo per tentare di nascondere tutto ciò che hanno distrutto”.