ONORATO INCASSA 4 MILA EURO PER OGNI MIGRANTE SUL CATORCIO DI MOBY ZAZA'

Non ci sono parole. Quando lo Stato arriva a regalare 4000 euro al mese per ogni migrante imbarcato su un vecchio catorcio di 40 anni significa che ormai si è perso ogni senso del pudore. Se mai ne avessero avuto!

Il Ministero delle Infrastrutture continua nel suo servizio di foraggiamento del gruppo Onorato affidandogli un improbabile

“Servizio di noleggio di unità navali battenti bandiera italiana e/o comunitaria funzionale all’assistenza e sorveglianza sanitaria dei migranti soccorsi in mare ovvero

giunti sul territorio nazionale a seguito di sbarchi autonomi nell’ambito dell’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili”.

In pratica una nave per ospitare 250 migranti che devono effettuare la quarantena!

L'importo è scandaloso:

€ 1.199.250,00 IVA esclusa.

Onorato si aggiudica la gara con un ribasso d'asta di 199 mila euro.

Incasserà "solo" 999.999,99. Ha evitato di scrivere un milione, pensava che con l'offerta di 999.999,99 qualcuno potesse convincersi della bontà della proposta.

Solo l'ennesima pagliacciata a caro prezzo, pagata con una montagna di soldi pubblici.

Lo Stato regala a Onorato la bellezza di 4.000 euro al mese per ognuno dei 250 migranti previsti a bordo.

Si tratta di un appalto che merita di essere sottoposto alla Corte dei Conti, e non solo, perchè possa valutare la congruità della spesa e le modalità dell'affidamento.

Quattro mila euro per ogni migrante è una cifra incredibile di 133 euro al giorno.Di questi tempi con un albergo a 5 stelle avrebbero risparmiato.

Con la nota n. 15309 del 13 aprile 2020 il Capo di Gabinetto del Ministro aveva ordinato alla Direzione Generale per il trasporto marittimo di procedere alla gara visto che il Capo del Dipartimento della protezione civile aveva garantito la copertura finanziaria.

Il giorno 5 maggio 2020, alle ore 15.00, si è tenuta la seduta di gara pubblica in video conferenza.

Alla scadenza del termine fissato sono state presentate offerte da parte di due soli operatori economici: uno Onorato e l'altro Grandi Navi veloci, poi escluso dalla gara per offerte plurime.

Il 6 maggio 2020 la graduatoria: Moby S.p.A, unica partecipante, è risultata "prima" in graduatoria, avendo offerto un prezzo complessivo pari a Euro 999.999,99 oltre a I.V.A. servizio da effettuare con la nave MOBY ZAZA’, un vecchio traghetto con 40 anni di vita.

Stiamo parlando di 4 mila euro per ogni migrante ospitato per ogni mese.

Tutto questo nonostante Onorato debba sempre allo Stato la bellezza di 180 milioni di euro.

E l'ennesimo regalo di Stato contempla persino la speculazione sul coronavirus, come se non bastasse il resto.

Tutti tacciono, la politica è complice, nessuno escluso!