ONORATO, 653 MILIONI DI DEBITI, CROLLANO I RICAVI DEI PASSEGGERI, LIQUIDITA' A RISCHIO

ECCO IN SINTESI I PRIMI DATI DELLA TERZA TRIMESTRALE DEL GRUPPO MOBY

EMERGONO ALMENO TRE DATI

I DEBITI: 653 MILIONI

IL CROLLO DEI RICAVI DEI PASSEGGERI: - DIECI MILIONI DI EURO

LA LIQUIDITA' AI MINIMI TERMINI

IL PROSPETTO SINTETICO DI QUANTO DEPOSITATO ALLA BORSA DI LUSSEMBURGO

MOBY SpA

INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI AI PROSPETTI
CONTABILI CONSOLIDATI CONDENSATI NON CONCESSI
AL 30 SETTEMBRE 2019 E PER IL PERIODO DI NOVE MESI CHIUSO IL 30 SETTEMBRE 2019

Di seguito è illustrata una discussione e un'analisi dei risultati di operazioni e condizioni finanziarie a partire dal e per il periodo di nove mesi concluso 30 settembre 2019 (le " Informazioni finanziarie consolidate abbreviate non qualificate del terzo trimestre 2019 ") rispetto ai nostri risultati di operazioni e condizioni finanziarie al 30 settembre 2018 e per il periodo di nove mesi chiuso (le "Informazioni finanziarie consolidate abbreviate non qualificate del 3 ° trimestre 2018" e, insieme alle Informazioni finanziarie consolidate consolidate non certificate del terzo trimestre del 2019, le “Non verificate Informazioni finanziarie consolidate abbreviate "), derivate (se non diversamente specificato) dalle nostre informazioni finanziarie non sottoposte a revisione su una base di nove mesi, che sono state preparate, se non diversamente specificato, su una base coerente con i principi contabili utilizzati nella preparazione della nostra bilanci consolidati certificati, che sono stati redatti in conformità agli IFRS.

In particolare, il Gruppo ha adottato l'IFRS 16 “Leasing” con efficacia dal 1 ° gennaio 2019 che ha comportato modifiche ai principi contabili e adeguamenti degli importi rilevati in bilancio.

Sulla base dell'IFRS 16, le attività di diritto d'uso che rientrano nell'ambito di applicazione del principio devono essere rilevate come l'attività e il relativo debito devono essere rilevati come passività per il leasing.

Per una migliore comprensione del periodo di nove mesi concluso al 30 settembre 2019, le cifre in
questo documento mostrano l'impatto dei nuovi standard che consentono un confronto con il periodo di nove mesi chiuso a settembre 2018.

Queste informazioni sono da considerarsi supplementari le Informazioni finanziarie consolidate abbreviate non certificate del terzo trimestre del 2019 fornite come informazioni aggiuntive alla presentazione da noi pubblicata il 13 dicembre 2019.

Le informazioni finanziarie consolidate condensate non certificate sono state preparate da noi e non sono state verificate o riviste da revisori indipendenti. Né è stato preparato in conformità con i requisiti del regolamento SX ai sensi degli US Securities Exchange Act del 1934 o US GAAP.

Questa discussione include dichiarazioni previsionali che, sebbene basate su ipotesi che riteniamo ragionevoli, sono soggette a rischi e incertezze che potrebbero far sì che eventi o condizioni effettivi differiscano materialmente da quelli espressi o impliciti dalle dichiarazioni previsionali.

Alcune cifre numeriche contenute nel presente documento, tra cui informazioni finanziarie e alcuni dati operativi, sono state oggetto di rettifiche di arrotondamento. Di conseguenza, in alcuni casi, la somma dei numeri in una colonna o una riga nelle tabelle potrebbe non essere conforme esattamente alla cifra totale fornita per quella colonna o riga o alla somma di alcuni i numeri presentati in percentuale potrebbero non corrispondere esattamente alla percentuale totale indicata.

Inoltre, alcune percentuali di modifiche ai risultati annuali non sono abbastanza significative o significative per essere riflesse in formato percentuale e, pertanto, tali modifiche sono indicate con "ns".

Risultati delle operazioni

Le seguenti tabelle presentano, per i periodi indicati, i nostri risultati operativi:
confronto dei periodi di nove mesi chiusi al 30 settembre 2019 e 2018 (migliaia di €, tranne le percentuali) per il periodo chiuso al 30 settembre
2019.

Ricavi

I nostri ricavi per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2019 sono aumentati di € 22.463 migliaia, pari al 4,7%, a € 501.306 migliaia da € 478.843 migliaia per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2018.

L'aumento dei nostri ricavi per il il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2019 è principalmente dovuto all'aumento dei ricavi della business unit Ferries, che è aumentato di € 11.469 migliaia, pari al 2,5%, a € 463.849 migliaia da € 452.380 migliaia per il periodo chiuso di nove mesi 30 settembre 2018 e da Operazioni portuali che sono aumentate di € 10.739 migliaia, oltre il 100%, a € 21.044 migliaia da € 10.305 migliaia per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2018.

L'aumento del settore delle operazioni portuali è principalmente dovuto ai ricavi generati da Porto di Livorno 2000, che è incluso nei risultati consolidati del Gruppo dal 2 maggio 2019 e ha contribuito per cinque mesi ai dati del terzo trimestre del 2019.

I ricavi della business unit Tugboats e gli altri ricavi non hanno mostrato variazioni significative nello stesso periodo.

L'aumento dei ricavi della nostra business unit Ferries per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2019 è dovuto principalmente a:

i) un aumento dei ricavi del trasporto merci di € 14.459 mila, o 13,1%, a € 124.430 da € 109.971 mila
per il periodo di nove mesi si è concluso il 30 settembre 2018;

ii) un aumento delle entrate derivanti dal noleggio di 6.862 migliaia di € , oltre il 100%, parzialmente compensato da iii) una diminuzione delle entrate derivanti dal trasporto di passeggeri e veicoli per € 10.953 mila.

Costi per l'acquisto di materie prime e servizi

I nostri costi per l'acquisto di materie prime e servizi per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2019 sono diminuiti di € 36.931 mila, pari all'11,8%, a € 276.164 mila da € 313.095 mila per i nove - periodo terminato il 30 settembre 2018.

Escludendo l'impatto dell'adozione dei nuovi IFRS, i costi per l'acquisto di materie prime e servizi sono aumentati di € 456 mila, principalmente a causa di un aumento del "Costo dei servizi" di € 4.916
mila e in "Variazione delle rimanenze" di 2.146 migliaia di Euro, parzialmente compensato da una riduzione del " Costo del carburante " di 6.105 migliaia di Euro. Per quanto riguarda il "Costo del servizio", l'aumento del periodo di nove mesi si è chiuso al 30 settembre.

Il 2019 rispetto ai nove mesi chiusi al 30 settembre 2018 è dovuto all'aumento dei "Costi di noleggio" e
"Spese generali", parzialmente compensato da una riduzione dei costi di "Porto", "Pubblicità" e "Manutenzione".

Per quanto riguarda il "Costo del noleggio", i dati relativi ai nove mesi chiusi al 30 settembre 2019 sono influenzati dal noleggio "Alf Pollak" e "Ariadne", iniziato rispettivamente in ottobre e aprile 2018 e dal noleggio "Maria Grazia Onorato", iniziato nel Marzo 2019;

l'aumento è parzialmente compensato dai minori costi di noleggio a causa della fine del noleggio di Superfast Baleares a giugno 2019 e Wedellsborg e Severine rispettivamente a settembre e dicembre 2018.

Costi del personale

I costi del personale per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2019 sono aumentati di € 544 mila, pari allo 0,5%, a € 101.365 mila da € 100.821 mila per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2018.

Altri ricavi operativi

Altri i proventi operativi al netto delle spese per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2019 ammontano a € 28.126 migliaia, con un incremento di € 26.440 migliaia rispetto a € 1.686 migliaia per il periodo nove mesi chiuso al 30 settembre 2018, principalmente a causa della plusvalenza ottenuto nel 2019 dalla vendita delle navi "Aurelia", "Puschmann" e "Krahulik".

Impatto dell'IFRS 16 2019

Gli ammortamenti totali per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2019 sono aumentati di € 31.973 migliaia, pari al 67,7%, a € 79.215 migliaia da € 47.242 migliaia per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2018, principalmente a causa di un aumento dell'ammortamento della nostra flotta che è principalmente attribuibile all'impatto
del nuovo IFRS 16 che fa riferimento all'ammortamento del diritto d'uso di un bene in leasing operativo. Escludendo l' impatto dei nuovi IFRS, l'ammortamento totale della flotta è diminuito rispetto al periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2018, considerando anche la cessione delle navi nel 2019.

Proventi e oneri finanziari

Escludendo l'impatto dell'adozione di nuovi IFRS, il leggero aumento degli "Oneri finanziari netti" del Gruppo per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2019 sono principalmente imputabili a interessi passivi su finanziamenti a lungo termine.

L'impatto del nuovo IFRS 16 si riferisce agli interessi originati dalla passività del leasing.

Imposte

Le imposte sul reddito per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2019 sono aumentate di € 1.426 migliaia a € 6.292 migliaia da € 4.866 migliaia per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2018.

Risultato netto del periodo

A seguito di fattori discusso sopra, escludendo l'impatto dell'adozione dei nuovi IFRS, per il nono
periodo chiuso al 30 settembre 2019, abbiamo registrato un utile di € 32.894 migliaia, a fronte di una perdita di 12.669 migliaia di euro per il periodo di nove mesi chiuso al 30 settembre 2018.

Liquidità e risorse di capitale

Liquidità

Le nostre esigenze di liquidità consistono principalmente in:

i) attività operative;

ii) servire il nostro indebitamento e l'indebitamento delle nostre filiali;

iii) pagare le tasse;

iv) spese in conto capitale;

v) finanziamento di acquisizioni.

Flussi di cassa

  • Al netto dei benefici per i dipendenti, usi degli accantonamenti, Imposte sul reddito pagate, altri non monetari e riclassificazione del capitale (utile) perdita dovuta alla vendita di attività

Escludendo l'impatto dell'applicazione dell'IFRS 16, il 'Flusso di cassa' dei nove mesi chiusi al 2019 è stato il risultato di:

  • flusso di cassa netto generato da attività operative per 57.160 migliaia di Euro in aumento di 46.367 migliaia di Euro rispetto ai nove mesi chiusi al 30 settembre 2018;

la variazione è principalmente dovuta all'aumento dell'EBITDA grazie alla crescita dei ricavi e all'aumento della variazione del capitale circolante netto.

Le "Altre variazioni" includono la plusvalenza derivante dalla vendita delle navi Aurelia "," Puschmann "e" Krahulik ";

  • flusso di cassa netto assorbito dalle attività di investimento per Euro 28.517 mila in aumento di Euro 17.185 mila rispetto ai nove mesi chiusi al 30 settembre 2018;

la maggior parte dell'aumento netto riflette le vendite di navi per 30.911 migliaia di euro (in dettaglio:

"Aurelia" procede al netto di un costo di vendita di 5.940 euro migliaia, “Puschmann” 12.557 migliaia di euro, “Krahulik” per 12.394 euro e “Barletta” 20 migliaia di euro ), parzialmente compensato dall'assorbimento netto di cassa dovuto all'acquisizione di Porto di Livorno 2000, per un totale di 9.582 migliaia di euro;

  • flusso di cassa netto assorbito da attività finanziarie pari a 144.564 migliaia di Euro in calo di 71.332 migliaia di Euro rispetto ai nove mesi chiusi al 30 settembre 2018.

Il decremento è principalmente dovuto al pagamento della terza rata del Contratto di Senior Facilities per 50.000 migliaia di Euro (Euro 40.000 migliaia per la seconda rata pagata nei nove mesi chiusi al 30 settembre 2018) e il parziale rilascio dell'incarico pro-soluto derivante dall'accordo tra CIN e lo Stato italiano per il collegamento marittimo di interesse pubblico con le isole maggiori e minori per l' anno 2019, per 62.800 migliaia di Euro.

Indebitamento finanziario lordo e netto

In questa sezione, definiamo l'indebitamento finanziario netto come il nostro indebitamento finanziario lordo, meno liquidità presso le banche e le attività finanziarie .

Gli importi presentati conformemente alla nostra definizione di indebitamento finanziario netto potrebbero non essere comparabili a misure simili divulgate da altre società, poiché non tutte le società calcolano l'indebitamento finanziario netto allo stesso modo.

Al 30 settembre 2019, escluso l'impatto dell'adozione dei nuovi IFRS, il nostro
indebitamento finanziario lordo totale era pari a

653,8 milioni di euro,

principalmente costituito da:

i) 294,4 milioni di euro in obbligazioni senior garantite con scadenza 2023;

ii) € 156,9 milioni di prestiti senior garantiti, incluso un credito rotativo;

iii) un corrispettivo differito non garantito di € 180,0 milioni per l'acquisizione di attività Tirrenia-CIN da Tirrenia di Navigazione SpA in AS.

Il nostro indebitamento finanziario netto ammonta a 591,3 milioni di euro, rappresentando il debito finanziario lordo totale ridotto di cassa, disponibilità liquide e altre attività finanziarie per 62,6 milioni di euro.

Elementi pubblicitari chiave

Di seguito vengono descritti gli elementi pubblicitari presentati nel nostro conto economico consolidato non certificato e altre misure che consideriamo fondamentali per comprendere i risultati delle nostre operazioni:

Entrate

Registriamo le entrate quando forniamo i beni e i servizi pertinenti.

Le entrate totali comprendono principalmente entrate da:

i) Traghetti

ii) Rimorchiatori

iii) Operazioni portuali

Le entrate totali di Ferries sono costituite da

a) entrate derivanti dal trasporto di passeggeri e veicoli

b) entrate provenienti da sussidi

c) entrate derivanti dal trasporto di merci

d) entrate derivanti da servizi di bordo

e) entrate derivanti dal noleggio.

Le entrate totali dei rimorchiatori sono costituite dalle entrate dei servizi portuali . I ricavi totali delle operazioni portuali sono costituiti dai ricavi generati dalla gestione dei porti di Olbia e Livorno.

Costi

I nostri costi comprendono principalmente l'acquisto di materie prime e materiali di consumo, compresi i cambiamenti di inventario, i costi per i servizi e i costi del personale.

Materie prime e servizi

Costi per l'acquisto di materie prime e materiali di consumo

I costi per l'acquisto di materie prime e materiali di consumo comprendono principalmente l'acquisto di carburanti e lubrificanti.

Modifica degli inventari

La modifica degli inventari comprende principalmente le variazioni di carburanti e lubrificanti a bordo della flotta di lavoro, nonché i materiali e i pezzi di ricambio meccanici.

Costi per servizi

I costi per servizi comprendono principalmente costi portuali, spese di agenzia, pubblicità, manutenzione, assicurazioni flotte, leasing operativi e di noleggio e spese generali.

Costi del personale
I costi del personale comprendono i salari e gli stipendi della nostra forza lavoro, le spese di previdenza sociale, i TFR e altri costi analoghi relativi al personale.

Altri ricavi (spese) operativi, al netto
Gli altri proventi (spese) operativi includono le plusvalenze (o perdite) su attività vendute e altri proventi e oneri operativi non inclusi in altre voci di utili o perdite.

Altre informazioni

Il Gruppo sta continuando a riesaminare le proprie operazioni ed è in discussione con i propri finanziatori ai sensi dell'Accordo sulle strutture per anziani e ha annunciato il 18 ottobre 2019 che avrebbe tenuto una tavola rotonda con i detentori delle Senior Secured Notes. Per assistere il Gruppo nella sua revisione finanziaria, il Gruppo ha assunto PricewaterhouseCoopers come suo consulente finanziario.

Alla luce delle discussioni in corso e delle revisioni interne, il Gruppo non terrà una chiamata di aggiornamento Q3 con gli investitori.