FINITA AIR ITALY, LA FUGA DEGLI AEREI IN QATAR E NEL REGNO UNITO

ATTERRATI A DOHA I DUE AIRBUS 330

Il blitz avviene sotto il regno del coronavirus, approfittando della distrazione mondiale.

Quando in Italia sono le 16.40 e in Qatar le 18.40 i due Airbus A330 noleggiati da Qatar airways ad Air Italy atterrano nella capitale qatariota.

Ieri era stata la volta del Boing 737 che proveniva dalla dote di Meridiana, atterrato nell’Hampshire, nel Regno Unito.

E' la fine di una compagnia aerea nata con sogni di gloria e, invece, morta e sepolta sotto i colpi dell'idiozia finanziaria e strategica di un management incapace e devastante.

Basta ricordare le roboanti parole dei fanfaroni di corte che a febbraio del 2018 lanciavano la sfida al mondo e ad Alitalia.

E tutti a Roma come a Cagliari a festeggiare la neonata compagnia italiota.

Restai solo a denunciare quello che stava avvenendo, destra e sinistra, da sempre tappetini del Qatar avevano brindato all'inizio della fine.

Un pò perchè incompetenti, un pò perchè plagiati dal virus della smania di grandezza.

Due anni dopo, il flop, un rovinoso botto da 230 milioni di euro di perdite. Roba da crack finanziario nei cieli italiani.

E la partenza dei tre aerei lascia comprendere che non ci sia più niente da fare per salvare il salvabile.

Restano solo slot e personale. Aerei spariti.

Flightradar24, il tracciatore satellitare dei movimenti dei singoli aerei aveva cominciato già ieri a segnare movimenti negli hangar e nelle piste di Malpensa.

Il Boeing 737-800, contrassegnato dal codice EI-FNU lascia Milano Malpensa alle 10.12 del 26 febbraio e l'atterraggio è poche ore dopo nello sconosciuto aeroporto di Lasham Airfield, scalo nell’Hampshire.

Vola con il codice aeronautico di Meridiana, IG7031.

Oggi Giovedì 27 febbraio il decollo italiano e l'atterraggio qatariota è spettato ai due Airbus A330 che Air Italy avrebbe dovuto schierare per le rotte intercontinentali.

EI-GGR e EI-GFX hanno lasciato l'aeroporto di Varese-Malpensa quando le 11 non erano ancora scoccate. L'arrivo a Doha poco prima delle 19 ora del Qatar, le 17.00 in Italia. Anche in questo caso marchio Meridiana, almeno nei codici di volo: IG7035 e IG7031.

Di fatto aerei di Qatar Airways, li aveva pagati o li stava pagando, ma li aveva dati in dote ad Air Italy.

Stessa fine per gli altri due A330 che restano posizionati a Malpensa in attesa di altri decolli/addio.

Tutto in silenzio, con la regione incapace di intendere e volere, il governo nel pallone, opposizioni a Roma come a Cagliari non pervenute.

E ora inizia lo scannatoio per gli slot, di Olbia e di Linate.

Spezzatino, con un suicidio pilotato per ragioni che presto salteranno fuori.

Con molti protagonisti e altrettanti complici!