ECCO IL MURO DI GOMMA SU TEULADA - INTERROGATORIO SCANDALOSO IN COMMISSIONE D'INCHIESTA SU URANIO

I VERBALI STENOGRAFICI DELL'AUDIZIONE TESTIMONIALE DEL RESPONSABILE ISPETTORE DELL'ESERCITO SU GESTIONE AMBIENTALE E SICUREZZA SUL LAVORO PER IL CENTRO ITALIA E SARDEGNA

Pubblico lo stralcio del verbale dell'audizione testimoniale ( interrogatorio ) dell'ufficiale responsabile ambientale e della sicurezza del lavoro anche dei poligoni sardi.

E' di questo signore la responsabilità di quello che succede dentro i poligoni sardi.

Ecco le scandalose risposte fornite alla Commissione d'inchiesta sugli effetti dell'uranio impoverito.

                 ***********

MAURO PILI. Vorrei sapere se sa cos’è la penisola interdetta a Teulada.

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. Ne ho sentito parlare.

MAURO PILI. In che senso ne ha sentito parlare? Sui giornali?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. Sì, sui giornali e qualche parola dai colleghi, ma non so altro.

MAURO PILI. E non si è mai posto il problema, come ispettore, di fare un’ispezione sulla penisola interdetta?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. No.

MAURO PILI. Come mai? Visto che è il caso più grave e più evidente, perché l’ispettore che ha la competenza diretta sulle ispezioni non fa un’ispezione su quell’area?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. Perché non penso che rientri nelle mie capacità. Non mi è mai venuto in mente di andare…

MAURO PILI. Dunque, è un ispettore che non ha la capacità di fare un’ispezione?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. No, questo lo sta dicendo lei.

PRESIDENTE. Collega, valutiamo i fatti.

MAURO PILI. Lei mi sta dicendo che non ha fatto un’ispezione a Teulada…

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. Io a Teulada sono intervenuto per le attività per cui il mio ufficio mi ci ha mandato. Punto. Io intervengo così. È in quelle ispezioni che io ho la mia autonomia su come svolgere le indagini.

MAURO PILI. Chi è che definisce la sua autonomia, lei o qualcun altro?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. L’autonomia di indagine è decisa da me, l’autonomia di intervento dal mio ufficio.

MAURO PILI. Perché lei ha stabilito, nonostante conoscesse il caso della penisola interdetta, di non andare a verificare la situazione?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. Perché ne so quello che si legge dai giornali.

MAURO PILI. A maggior ragione. Se ha una notizia di un militare che si è fatto male, anziché attraverso gli uffici, attraverso i giornali, lei ci va o non ci va?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. Se il mio ufficio lo reputa opportuno, io ci vado.

MAURO PILI. Dunque, la sua autonomia è limitata?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. È limitata, certo, da questo punto di vista sì, però sul modo di agire, una volta che ho il mandato, ho completa autonomia e nessuno mi dice come devo svolgere le indagini.

MAURO PILI. Lei, volendo, poteva fare un’ispezione a Teulada nella penisola interdetta?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. Se non mi ci manda l’ufficio…

MAURO PILI. Volendo, lei, ha l’autonomia funzionale? Sì o no?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. Non saprei. Da legge potrei, ma dalla circolare G-022 del Segretariato generale della difesa (SEGREDIFESA) io non ho questa iniziativa «prendo, vado e faccio».

PRESIDENTE. Nello specifico che cosa dice questa circolare? Ce lo può dire per piacere?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. Dice che noi, come ispettori, possiamo fare degli interventi su mandato del nostro ufficio, che interveniamo sulle bonifiche di amianto. Tutto qui. Vi sono tre cose, sostanzialmente sono queste.

PRESIDENTE. Io vorrei fare una sottolineatura delicata, se mi posso permettere. Sforziamoci di scindere quelle che possono essere definite come responsabilità del soggetto che è in audizione rispetto a chi può aver determinato le modalità operative del soggetto in audizione, in maniera tale da non commettere l’errore… È una forma di discernimento che siamo tenuti a svolgere sia seduta stante che in una fase successiva.
La domanda del collega Pili, signor tenente colonnello, era molto chiara e molto netta. Lei a questa domanda ha risposto che praticamente non esercita una sua autonomia funzionale e ha citato questa circolare. In questa circolare cosa è detto nello specifico? Si dice che al di là di quelle che sono formalmente le vostre prerogative voi dovete sempre esercitarle soltanto se preventivamente autorizzati a farlo? È così?
Guardi, io sto cercando di metterla nelle migliori condizioni, ma lei deve collaborare, perché altrimenti ci sono altre modalità per audirla. Lei non può essere reticente. Se lei collabora, noi cerchiamo…

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. Io voglio collaborare.

PRESIDENTE. Mi scusi, è lei che in questo momento, secondo le modalità di cui io le ho dato lettura, sta rispondendo al Parlamento. Tutto questo implica anche delle sue responsabilità, che le ho già ricordato. Pertanto, io la invito con molto garbo a tener conto di questo e a collaborare, perché altrimenti, se dobbiamo procedere con altre modalità, non potremo tirarci indietro. Lei collabori. Lei ha citato questa circolare. Sono cose segrete, di cui ci vuol parlare in seduta segreta?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. No, nel modo più assoluto.

PRESIDENTE. Allora, il punto è questo: lei formalmente ha dichiarato, se non abbiamo capito male, di godere di un’autonomia funzionale, che però non può esercitare perché c’è questa circolare che praticamente ne limita l’esercizio. È così?

ANGELO DI SPIRITO, UCoSeVA E.I. Sostanzialmente sì.