ABBANOA, L'ANTICORRUZIONE RIAPPARE IN PIENA NOTTE, ALLA VELOCITA' DI 30 CM ALL'ORA

Non c'è da stupirsi! E' il modus operandi.

Tre giorni fa scrissi su queste pagine della voragine di Abbanoa nell'anticorruzione.

Da sei mesi si erano letteralmente dimenticati di nominare il responsabile del servizio più delicato di una società sottoposta ad un stress d'appalto non di poco conto: l'anticorruzione.

O meglio nel sito ufficiale un nome c'era, quello del dottor Lucio Floris. Peccato che da sei mesi fosse passato ad altra società: la sua!

Ovvero da sei mesi Abbanoa era senza responsabile del servizio.

La denuncia circostanziata, con tanto d'immagine dell'orario di verifica del sito della società idrica, non cade nel vuoto.

Il cilindro del mago degli atti pronti al volo stanotte ha fatto pubblicare nel sito il nome del nuovo responsabile: il dottor Cocco che sostituisce il dottor Floris.

La delibera di nomina è un capolavoro! Lo dico senza facile ironia.

Solo un mago del protocollo può far pubblicare un atto di questa importanza tre giorni dopo una denuncia pubblica con la data di 15 giorni prima.

Tutto regolare s'intende. E chi può dimostrare il contrario?

Un fatto è certo: si tratta di un ufficio lumaca! Che dico, al cospetto possiamo parlare di un ufficio lumaca con il freno a mano tirato!

Per strafare nel dimostrare che non avevano avuto bisogno della sollecitazione arrivano a dichiarare che la delibera è stata adottata il 15 novembre!

Dunque ci sono voluti ben 14 giorni per pubblicarla nel sito ufficiale dell'ente!

Ipotizziamo che dalla stanza del firmatario a quella del server di pubblicazione intercorrano, esagerando, cento metri.

Se la matematica non è un'opinione la velocità della lettera di nomina è stata inferiore ai 30 centimetri all'ora, la lumaca “corre” a 50 metri all’ora.

Un pò pochini per guadagnare tutti quei soldi come direttore generale!

Ma come se non bastasse il diavolo fa sempre le pentole ma si dimentica il coperchio.

Per un semplice motivo: la nomina deve essere trasmessa contestualmente al portale nazionale dei responsabili anticorruzione ( https://dati.anticorruzione.it/#/rpct ).

Il sito, è scritto esplicitamente, viene aggiornato una volta alla settimana.

Dunque, se fosse vera la data del 15 novembre, come è stato attestato nella comunicazione pubblicata sul sito di Abbanoa, sarebbe dovuta essere visibile nel portale dell'Autorità Nazionale Anticorruzione già dal 22 novembre!

E, invece, niente! Non esiste la nomina di Abbanoa! Mai trasmessa!

Oltre che lenti anche smemorati!

Ma è possibile che su un tema così delicato ci si possa permettere di dimenticarsi di trasmettere la nomina all'Autorità Garante?

Passi la lentezza strisciante dall'ufficio del firmatario a quella del server di pubblicazione del sito della società ma dimenticarsi addirittura del garante!

Faccio gli auguri sinceri al dr. Cocco per il nuovo incarico, per qualche verso mi deve anche ringraziare perchè, forse indelicatamente e in pubblica piazza, ho sollecitato quella nomina.

Di lui si dice che sia troppo giovane per quell'incarico e senza esperienza!

Meglio uno giovane e senza esperienza che uno troppo navigato.

Questo l'autorizza ad essere curioso, a chiedere spiegazioni delle cose che non sa o che non riesce a comprendere!

E' un grande vantaggio essere giovani: significa prima di tutto stare attenti a non bruciarsi sperando in carriere facili in cambio di qualche omissione di controllo!

Significa nel caso di Abbanoa, vigilare, per esempio, sulle ultime assunzioni. Chiedersi come mai qualche segretario di partito è stato assunto nell'organico dell'ente e quante altre assunzioni sono state fatte prima della nomina del responsabile dell'anticorruzione!

Sono certo che sarà stato fatto tutto a regola d'arte, compresa la gestione degli impianti affidati all'esterno, che le manutenzioni siano state fatte tutte come previsto dai capitolati e che gli interventi di riparazione coincidano con quelli saldati!

Buon lavoro, dunque, e occhio ai bilanci, non sempre sono esenti da vizi di trasparenza negata!

E le mancate entrate devono essere verificate, non semplicemente dichiarate!

P.S.: dimenticavo le sanzioni dell'autorità garante sono rivolte ai vertici dell'ente, tentare di scaricarle sui cittadini, come vorrebbe fare qualcuno, potrebbe configurarsi come reato! E se qualcuno è responsabile di quel danno non può essere ancora ai vertici della società con nomine che vanno,comunque, obbligatoriamente segnalate all'Anticorruzione!

Lei, dott. Cocco, è giovane e ha una lunga carriera davanti, la persegua senza guardare in faccia a nessuno, a partire dal suo direttore!